idee per fidelizzare i clienti

Fidelizzare i clienti: consigli da non perdere

Il contesto economico che viviamo da un anno a questa parte sta portando, per forza di cose, le aziende a riflettere su come migliorare la propria comunicazione e i processi di fidelizzazione dei clienti.

Soprattutto quest’ultimo aspetto è importante. Se ti stai chiedendo quali siano i consigli da seguire, nelle prossime righe puoi trovarne alcuni molto importanti.

Il valore dei social

Quando si parla dei consigli per fidelizzare i propri clienti – a prescindere dal settore in cui si opera – non si può non chiamare in causa il valore dei social. Essere presenti su queste piattaforme – non su tutte, attenzione, in quanto dipende molto dalle peculiarità del proprio business – è cruciale.

Nel momento in cui si apre un profilo o una pagina, si fa una vera e propria promessa alle persone che seguono i contenuti, motivo per cui, innanzitutto, è bene pubblicare con regolarità.

Per arrivare a risultati importanti dal punto di vista della fidelizzazione, un aspetto sul quale vale la pena soffermarsi riguarda l’ascolto delle esigenze del proprio target. Spazio quindi ai sondaggi, ma anche all’osservazione dei dati che portano al sito, in modo da scrivere sul blog post mirati.

Cura il customer care

Un altro aspetto da considerare nel momento in cui si parla di dritte per fidelizzare il cliente riguarda il miglioramento della qualità del customer care. Chi pensa che il successo di un brand risieda solo nel prodotto dovrebbe cambiare idea: anche il customer care ha il suo perché e può incidere in maniera profonda, sia in positivo sia in negativo, sull’immagine di un’azienda e, di riflesso, sul suo fatturato.

Non dimenticare i gadget

Viviamo in un mondo in cui, parliamoci chiaro, l’online ha un ruolo cruciale. L’ultimo anno, durante il quale se non ci fosse stato internet molti business non sarebbero riusciti a sopravvivere, ce lo ha insegnato chiaramente.

Quando si parla del successo di un’azienda, che passa anche dalla fidelizzazione dei clienti, non è però possibile prescindere da alcuni aspetti che nulla hanno a che fare con il web.

Tra questi, rientra la scelta di gadget di qualità. Si può parlare di penne personalizzate, di sacchetti in stoffa, ma anche di agende e di pen drive. Quello che conta è sceglierli con intelligenza. Fondamentale, per esempio, è tenere conto dell’immagine del brand.

Nei casi in cui, per esempio, si è molto focalizzati sulla sostenibilità, non è davvero opportuno offrire ai propri clienti, per ringraziarli di un acquisto, una pen drive in plastica.

Da non dimenticare è la già citata qualità. Scegliere materiali in grado di durare nel tempo è la strada giusta se si ha intenzione di regalare un gadget in grado di rappresentare bene l’immagine dell’azienda. Ultimo ma non meno importante aspetto su cui soffermarsi in merito alla scelta dei gadget per fidelizzare clienti riguarda il packaging, che dovrebbe essere curato esattamente come l’oggetto che racchiude.

User Generated Content? Sì, grazie!

Torniamo un attimo all’online parlando di un dettaglio fondamentale per fidelizzare i clienti nel 2021: lo spazio dato agli User Generated Content. I contenuti realizzati dagli utenti, questa la traduzione letterale dell’espressione appena ricordata, possono essere messi in primo piano in diverse situazioni.

Qualche esempio? I contest online, in occasione dei quali si possono invitare gli utenti a postare foto con il prodotto dell’azienda (ovviamente è bene fornire indicazioni chiare in merito al tema e agli hashtag).

Offri valore (gratuito)

Concludiamo rammentando l’importanza, ai fini del miglioramento della fidelizzazione dei clienti, di offrire valore gratuito. Questo implica, in concreto, il fatto di realizzare, giusto per fare uno dei tanti esempi possibili, un e-book dedicato a un argomento particolarmente interessante per il proprio target, magari inizialmente accennato nel blog o sui social (attenzione: in questo caso è bene offrirlo in maniera completamente gratuita, senza chiedere neppure la mail ai propri utenti).

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *